LE MANS 

(pag. 1 di 4)    

 

UN PO' DI STORIA

Nel 1906 l'Automobil Club de France, bandite le corse tra città e città considerate troppo pericolose, stila un regolamento ed organizza una gara automobilistica per marche che si svolge in 12 tappe, nell'arco di due giorni e sulla lunghezza di 1250 Km, attorno alla Ville du Mans. La corsa, a tutti gli effetti, si può considerare il primo Gran Premio Internazionale. Ma è nel 1923 che Le Mans entra nella storia e nel mito dell'automobilismo: vi viene organizzata una corsa che inizia alle quattro del pomeriggio e termina alla stessa ora del giorno dopo. Nasce la 24 ore di Le Mans: la gara di durata più prestigiosa del mondo. Il circuito della Sarthe, che ha subito numerosi cambiamenti nel corso degli anni, è attualmente composto da una parte "stabile", di circa quattro Km (il circuito Bugatti), e di una parte che sfrutta, in occasione della 24 ore, le strade statali attorno a Le Mans. In totale diventa lungo  13,605 Km.

 

Ecco come Graton ci presentava il circuito negli anni '60 ("Le 13 est au depart")

 

 

Così Graton ci illustrava il circuito nel 1992 ("Une histoire de fous").

 

 

Ecco come si presenta,a partire dal 1997, l'attuale circuito

 

MICHEL A LE MANS

La 24 ore di Le Mans è, senz' altro, una delle gare più amate da Jean Graton che, fin da piccolo accompagnato dal padre (nel 1937 la prima volta), ne ha seguito numerose edizioni. Michel Vaillant, ricordiamo, ha debuttato come pilota proprio in questa gara ed è tra Tetre Rouge e Mulsanne che si sono svolte alcune delle più belle avventure del nostro eroe (compresa quella cinematografica). Non è stato facile scegliere tra le numerosissime pagine che Graton ha dedicato a questa gara. Di seguito troverete una piccola selezione di immagini estratte da ogni episodio che ci ha portato a Le Mans. Non necessariamente quelle più importanti nel contesto delle storie ma sicuramente alcune tra le più significative dal punto di vista "documentaristico".

 

Il primo dei Vaillant a partecipare alla 24 ore di Le Mans è stato Henri, il padre di Michel, nel lontano 1939...

 

Immagini tratte dall'album n° 25 della s.n. 

 "Des filles et des moteurs"  (1974)  "Donne e motori"

 

 

Henri, il padre di Michel, partecipa all'a 24 ore del 1939. Ecco la partenza di quell'edizione

 

La Bugatti in testa, La Vaillante è quinta

La prima Vaillante da competizione ai box

 

Margaret Randson, copilota di Henri, 

affronta la sfortunata notte di Le Mans.

...prima dell'incidente, all' uscita di Mulsanne, 

causato da un ...coniglio.

 

 

La prima corsa di Michel, come pilota, è stata proprio una complicata, ma felice, 24 ore di Le Mans del 1957... 

 

Immagini tratte dalla storia breve 

"La 24e heure"  (1957)  "La 24a ora" 

(Tintin F/B 1957)

 

Alla partenza di questa edizione degli anni '50 le due Vailllante con Mansart e Jean-Pierre. 

 

Sabato ore 16, i bolidi scattano dall'allineamento davanti ai box.

 

Il posto di segnalazione di Mulsanne

 

Michel libera la Vaillante con l'aiuto di una vanga: 

per regolamento nessuno può aiutarlo

 

L'arrivo trionfale delle due Vaillante, appaiate, di Jean-Pierre e Michel 

 

 

Nel primo album della serie normale Michel ritorna sul circuito della Sarthe, siamo alla fine degli anni '50...

 

Immagini tratte dall'album n° 1 della s.n. 

 "Le grand Défi"  (1959)  "La grande sfida"

(Tintin B 1957/58  F 1958)

 

Nella copertina del primo album l'ormai mitica immagine 

di Steve e Michel alla partenza della 24 ore di Le Mans

 

La bellissima sequenza della partenza "tipo Le Mans" ...ovviamente Michel è il più veloce

 

Steve, tallonato da Michel,  

alla "S" di Arnage

 

Rifornimento e cambio pilota: Michel cede 

il volante a Jean-Pierre

 

Una nottata difficile 

sotto la pioggia ed i fulmini...

Steve lanciato verso Maison Blanche 

dove troverà un banco di nebbia...

 

Il giro d'onore dei vincitori: Michel e Jean-Pierre

 

 

L' album che più ci ha fatto vivere l'atmosfera di Le Mans (degli anni '60) è stato senza dubbio "Un 13 in gara". Praticamente mezzo episodio si svolgeva alla 24 ore, della quale venivano raccontati tutti i suoi aspetti. Ecco solo alcune delle belle immagini disegnate da Graton.

 

Immagini tratte dall'album n° 5 della s.n.

"Le 13 est au départ"  (1963)  "Un 13 in gara" - "Il 13 è alla partenza"

 (Tintin B 1960/61 / F1961)

 

 

 

  Le verifiche tecniche sulle vetture

 

 

 

 

Le Vaillante scendono in pista 

per le prove 

 

 

 

Michel a Mulsanne

 

 

...e a Maison Blanche

 

Uno scorcio del circuito.. 

Il tabellone segnalatore delle posizioni in gara

 

La Bocar n° 13 passa davanti ai box durante le prove cronometrate

 

Le Mans, la sede dell' Automobil Club de l'Ouest

Manca poco alla partenza...

...gli spettatori raggiungono i loro posti attraversando le passerelle 

 

Copertina Tintin  edizione francese

(n. 662 del  29.06.1961) che conteneva una delle puntate di 

"Le 13 est au départ" 

 

La partenza della 24 ore vista dai box 

 

La partenza, i piloti attraversano di corsa la pista...

 

 

...le vetture sono lanciate

 

La Bocar n° 13 in testa 

Steve rientra ai box...

...i meccanici non possono toccare la vettura 

se prima non ha raggiunto il suo co-pilota 

sul muretto

Scende la notte sul circuito

Incidente senza conseguenze a Maison Blanche

Steve sta per doppiare Cramer

 

Cramer rientra irregolarmente ai box

 

 

Michel subisce la manovra scorretta di Cramer sul rettilineo delle tribune

 

La tripletta Vaillante al termine della 24 ore

 

 

Immagini tratte dall'album n° 6 della s.n.

"La trahison de Steve Warson"  (1964)  "I nemici di Warson" - "Il tradimento di Steve Warson"

 (Tintin B/F1961/62)

 

L'invasione della pista, al termine della 24 ore, per raggiungere la vettura dei vincitori. 

 

Steve e Michel concludono il giro d'onore assediati dalla folla 

 

 

Ritorniamo a Le Mans a metà degli anni '60.

 

Immagini tratte dall'album n° 13 della s.n. 

 "Concerto pour pilotes"  (1968)  "L'incendio"  - "Concerto per piloti"

(Tintin F/B 1966)

 

Le nuove Vaillante ai box durante le prove

 

Le Vaillante affrontano Tetre Rouge ... 

...quindi il rettilineo delle Hunadieres

 

... qui sono alla curva di Arnage

 

La  pattuglia acrobatica americana dei "Thunderbirds" passa sopra le tribune prima della gara 

 

La famosa partenza "tipo Le Mans"

 

Gruppo di famiglia con fiori della vittoria allo stand Vaillante

 

 

Altro album fondamentale,  che ci ha raccontato una 24 ore che ha concluso gli anni '60, è "Il fantasma di Le Mans". Qui Michel conoscerà le potenzialità di quello che diverrà un suo grande avversario: il Leader.

 

Immagini tratte dall'album n° 17 della s.n. 

"Le fantome des 24 heures" (1970)  "Il fantasma di Le Mans"  - "Il fantasma della 24 ore"

(Tintin F/B 1968)

 

Una carrellata di vetture partecipanti alla 24 ore: Hownet, Ford Mustang, Alfa Romeo 33, 

Alpine 3000 e Chevrolet Corvette (nell'immagine è evidenziata anche la "nuova" curva "Ford") 

 

La Vaillante

 

Sabato, sfilano le bandiere a si suonano gli inni nazionali dei partecipanti

Gli scout portano la bandiera francese 

con la quale verrà dato il via alla gara, mentre i piloti si preparano 

a schierarsi a bordo pista

L'ultimo scatto di Michel a Le Mans: dopo il 1969 questa famosa, e tipica, partenza della 24 ore verrà abolita ed introdotta quella lanciata dietro la pace-car  

Il "fantasma" appare a Michel sul rettilineo delle Hunadieres 

La Vaillante rientra in pista 

pilotata da Yves Douleac

Due delle quattro Leader partite

Cala la notte sul circuito della Sarthe

 

 

I freni delle Leader cominciano a dare problemi...

 

...una esce a Mulsanne

 

La Ford GT 40 di Ickx-Danver e la Vaillante di Vaillant-Douleac in lotta per la vittoria finale

 

 

Torniamo a Le Mans, nel 1970, nella storia breve "Françoise". Michel, ad un passo dalla vittoria, perde tutto e rischia grosso ...  

 

Immagini tratte dalla storia breve

"Françoise"  (1970)  "Françoise"  

(Album  f.s."Special Michel Vaillant" 1970)

 

Françoise, con il bracciale-pass per la stampa, ai box di Le Mans

 

 

Siamo nel 1972, torniamo sul circuito della Sarthe solo di sfuggita. Alla fine dell'avventura con il modulo lunare Michel va a Le Mans dove Steve stava partecipando alle prove notturne prima della gara.

 

Immagini tratte dall'album n° 24 della s.n. 

"Cauchemar"  (1973)  "Il mistero del Lunar"  - "Incubo"

(Tintin F/B 1972)

 

L'area dei box: notare il muretto di divisione con la pista.

 

 

Siamo quasi alla metà degli anni '70. La contrastata storia tra Yves e Gabriéle ha il suo lieto fine proprio agli ultimi giri della 24 ore di Le Mans. Molte cose sono cambiate sul circuito.

 

Immagini tratte dall'album n° 26 della s.n. 

 "Champion du monde"  (1974)  "Campione del mondo"

(Tintin F/B - 1974)

 

Una veduta del rettilineo delle tribune. 

 

In primo piano due Matra ed una Porsche sfrecciano davanti alle tribune

 

 Notare gli stand aperti ed il muretto di divisione tra la corsia di decelerazione e la pista.

 

 

Le comunicazioni con i piloti ...

...avvengono con collegamento radio. 

 

La Vaillante ufficiale di Yves Douleac incalza la Vaillante Honerplast

 

Yves attacca all'interno l'avversario all'ultimo passaggio di Mulsanne... 

 

...ultime curve prima del rettilineo finale, Yves ha ormai la situazione in pugno...

 

...e taglia vittorioso il traguardo

 

 

 

    

LE MANS                                            (pag. 1 di 4)    

 "Le Mans" vai alla pag.  1 - 2 - 3 - 4   

 Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici e di terze parti. Per saperne di più vai alla pagina "PRIVACY POLICY E COOKIE"