SPECIALE "CANNONBALL"

   (pag. 1 di 1)

   

Questa pagina (priva di spolier) è dedicata soprattutto a tutti coloro che non hanno letto la versione originale di questo album, ma probabilmente anche quelli che la leggeranno potranno trovarvi qualche notizia interessante/curiosità ...

La copertina di "Cannonball"


IL NUMERO 11 DELLA NUOVA STAGIONE
L'episodio vede, come da "nuovo corso", Denis Lapiére alla sceneggiatura. La novità è rappresentata dal ritorno ai disegni di Marc Bourgne affiancato dal nuovo entrato Olivier Marin (i crediti citano anche
Tomás Morón Aranda come aiutante per gli sfondi). La colorazione è affidata a Bruno Tatti (aiutato a sua volta da Luan Kodra). Claude Hauwaert ha provveduto al lettering originale ed al montaggio delle tavole. Marc Bourgne ringrazia anche Benjamin Benéteau, che ha passato la mano per altri impegni, per l'appoggio ricevuto. Il prezzo del volume in francese è di € 16.  Oltre alla versione normale, uscita il 10 giugno 2022, è stata messa in vendita qualche giorno prima una versione "speciale", con tiratura di 800 copie, dalla libreria Bulle di Le Mans. Questa versione, oltre alla storia, prevede una copertina diversa disegnata da Benéteau (che, come detto, questa volta non ha partecipato alla realizzazione della storia), un frontespizio autografato dallo stesso Benéteau e pagine documentaristiche aggiuntive. Il suo prezzo è di € 25.

La versione speciale di "Cannonball" edita per la libreria Bulle di Le Mans

LA PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA STORIA
Questa è la presentazione ufficiale diffusa dalla Dupuis:

«Quando POG, famoso YouTuber automobilistico e collezionista di auto sportive, gli propone una corsa pirata sulla strada pubblica, da New York a Los Angeles, Michel Vaillant inizialmente è in dubbio. Alla fine però si lascia coinvolgere nella sfida della Cannonball, una mitica corsa senza regole, dove tutti i colpi sono consentiti. Ma che forse questa volta lo saranno anche un pò troppo! Perché, tra sabotaggio informatico e attentato terroristico, qualcuno sembra determinato a bloccare la produzione della nuova Vaillante MontHlery.... Le centinaia di migliaia di fan che seguono Michel Vaillant e POG sui social network parteciperanno dal vivo al canto del cigno di due delle più grandi star dal mondo automobilistico? Attenzione: si preannuncia un grande spettacolo! Lapière tira fuori tutto il suo talento in questo confronto, nella più pura tradizione di Jean Graton, tra Michel Vaillant, eroe di finzione, e POG, personaggio reale. Lapiére in questa occasione è accompagnato da Olivier Marin e da Marc Bourgne, che fa il suo ritorno nella serie.»


LA CANNONBALL RUN
La Cannonball Run prende il nome da Erwin Baker, un ex attore dei primi del '900 divenuto pilota di moto e di auto. Nel 1914, infatti, si guadagnò il soprannome di "Cannon Ball" (palla di cannone) quando, a bordo della sua motocicletta Indian, stabilì un record partendo da Los Angeles e raggiungendo New York in 11 giorni. Fino alla fine degli anni '30 Cannon Ball Baker stabilì altri 143 primati. Il più importante fu quello del 1933 quando, guidando una vettura Graham-Paige partì dalla costa est e, alla media di 80 Km/ora, raggiunse la costa ovest degli USA in 53 ore e mezza. Quel record, che durò ben 40 anni, fu fonte di ispirazione per una corsa clandestina a lui dedicata ed organizzata nel 1971 dai giornalisti di motori Brock Yates e Steve Smith. Lo scopo della corsa era quello di protestare contro i limiti di velocità che stavano per entrare in vigore sulle strade statunitensi. I resoconti della loro corsa di "protesta" da Manhattan a Redondo Beach, pubblicati sulla rivista "Car and Drive", fecero entrare definitivamente, questa sfida nella cultura motoristica a stelle e strisce.


"Cannon Ball" Baker

La Cannonball Run, in sostanza, è la ricerca di un record di velocità che si svolge, in modo assolutamente illegale, con qualsiasi mezzo e senza alcuna regola scritta, su strade pubbliche percorse dal normale traffico, dalla costa est a quella ovest degli Stati Uniti. La corsa, convenzionalmente, parte all'una di notte dal "Red Ball Garage" di New York e si conclude al "Portofino Inn - Hotel & Marina" di Redondo Beach (contea di Los Angeles) in California.


Il "Red Ball Garage" di New York


Il "Portofino Inn - Hotel & Marina" di Redondo Beach

Dopo le quattro edizioni svoltesi negli anni '70, che furono comunque pubblicizzate e, per così dire, "accettate", la corsa venne assolutamente messa al bando dalle pressioni delle autorità e le denunce agli organi di polizia per la sua pericolosità. I tentativi di battere il record vennero quindi successivamente fatti a rischio di serie conseguenze. L'attuale record di 25 ore e 55 minuti è stato raggiunto nel giugno 2020 da Fred Ashmore che, dopo aver modificato una Mustang GT, ha fatto il viaggio dalla costa est a quella ovest con un solo pieno supplementare di carburante organizzato con un team di supporto. Ashmore, per non incorrere nelle conseguenze dell'illegalità della sua corsa, oltre a "dribblare" ogni controllo di polizia, non ha utilizzato dati del GPS per mostrare la posizione ed i tempi di transito. La sua impresa, però, oltre che essere stata seguita da amici, parenti, sostenitori e dal suo team di supporto, è stata comunque testimoniata dalla tracciatura della app Glympse (che ritroveremo menzionata anche nell'album...). La Cannonball è stata ispiratrice di vari film a partire da "Cannonball" e "The Gumball Rally" ("La corsa più pazza del mondo") del 1976, a "Cannonball Run" ("La corsa più pazza d'America") del 1981, fino a "Cannonball Run 2" ("La corsa più pazza d'America 2") del 1984.
 
"Cannonball"
1976

"The Gumball Rally"
1976

"The Cannonb
all Run"
1981

"The Cannonball Run 2"
1984

pubblicità della
versione italiana
di
"Cannonball"
1976


la versione italiana di 
"The Gumball Rally"
ovvero
"La corsa più pazza del mondo
"  1976

la versione italiana di 
"The Cannonball Run"
ovvero
"La corsa più pazza d'America
1981

la versione italiana di 
"The Cannonball Run II"
ovvero
"La corsa più pazza d'America
2"
1984
I PERSONAGGI REALI :  POG
François Dequidt, personaggio reale co-protagonista della storia di questo album, è nato il 3 giugno 1974 a Oignies, Pas-de-Calais, nella regione Hauts-de-France. Dequidt però si presenta come franco-belga, avendo trascorso metà della sua vita fino ad oggi in ciascuno dei due Paesi. Sui social media è comunemente noto con il soprannome di "POG". Da studente è stato fondatore della società "Synthétique" che ha iniziato sviluppando i primi software per il trattamento delle immagini al computer (un campo all'avanguardia all'epoca) e successivamente si è specializzata nell'animazione 3D e negli effetti speciali. Dopo una ventina d'anni POG ha deciso di cedere la sua società. Dalla vendita ha incassato una somma talmente considerevole che gli ha permesso di dedicarsi a quella che è la sua vera grande passione: le auto prestigiose e potenti. Grazie ai video che documentano le "storie" che hanno come protagoniste le sue lussuose vetture, POG è divenuto il "re degli influencer automobilistici". Molto seguito sui social media (all'atto della stesura di questo speciale ammontano a 1.190.000 gli iscritti del suo canale YouTube) ha fondato la società "Pog & co" che sta rendendogli molto, tanto che la sua attuale fortuna ammontarebbe a ben 100.000.000 di Dollari. Di carattere piuttosto calmo si scatena quando è al volante. Il suo parco macchine (quasi tutte con livree personalizzate, motori potenziati e da lui "ribattezzate") include una Lamborghini Aventador ("POGtador"), una Lamborghini Huracan Performance Spyder ("POGini"), una Ferrari 488 GTS 458 ("POGlicel") ristrutturata dopo un incidente mentre POG non era alla guida, un furgone diesel Renault Kangoo con carrozzeria ricoperta in oro ("POGoo"), una Ferrari 812 Superfast ("SuperPOG"), un'Audi RS 6 ("RSPOG") che possiede da anni, una McLaren 675 LT ("MCPOG") e varie altre.....

  
François Dequidt alias "POG"

I PERSONAGGI REALI :  ROMAIN GROSJEAN
Un brevissimo "cameo" nell'episodio lo fa anche il pilota svizzero con passaporto francese Romain Grosjean, che appare in 4-5 vignette....
    
il pilota Romain Grosjean
I DUE BOLIDI DELL'EPISODIO
   

La Ferrari 812 Superfast di POG e la Vaillante MontHlery di Michel

LA PRESENTAZIONE A LE MANS
In occasione della 90a edizione della 24 ore di Le Mans, nella quale è tornato in pista un altro prototipo con livrea e nome "Vaillante" (la TDS x Vaillante), è stata organizzata una sessione di dediche con la partecipazione di Jean-Louis Dauger, del disegnatore Marc Bourgne (assieme a Benjamin Benéteau che questa volta non ha partecipato direttamente alla realizzazione dell'album) e all'influencer automobilistico POG, co-protagonista di "Cannonball".


Le Mans 2022 - Marc Bourgne assieme a POG
(foto Facebook Michel Vaillant)
QUALCHE PAGINA DI ASSAGGIO
Fintanto che romarrà in rete, cliccando su quaesto LINK della Dupuis, potrete sfogliare qualche pagina della versione originale francese dell'album. La versione italiana verrà pubblicata da Nona Arte con qualche mese di ritardo.






SPECIALE "CANNONBALL"                                      (PAG. 1 di 1)   

 torna a START 

 Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici e di terze parti. Per saperne di più vai alla pagina "PRIVACY POLICY E COOKIE"