I PILOTI "REALI"  NELLE STORIE 

DI MICHEL VAILLANT 

 

 

  RALF SCHUMACHER

Ralf Schumacher è nato ad Huerth-Hermuehlheim, in Germania, il 30 giugno 1975. Inizia a correre a soli tre anni, come il fratello Michael, sui kart della pista del padre. Nel 1991 vince il campionato di karting nella categoria junior e, nel 1992, arriva secondo nella categoria superiore. Nel 1994 inizia a correre in Formula 3 e si classifica al terzo posto nel campionato tedesco. L'anno successivo arriva secondo. Nel 1996 partecipa al campionato giapponese di Formula 3000 nel quale vince due gare. Nel 1997 approda in F.1 a fianco di Giancarlo Fisichella alla Jordan. Al suo terzo Gran Premio, in Argentina, si aggiudica un ottimo terzo posto. Va spesso a punti a conclude la stagione con un promettente undicesimo posto nella classifica del mondiale piloti. 

L'anno dopo conquista due podi (un secondo posto a Spa ed un terzo a Monza) ed il decimo posto finale. Viene così notato da Franck Williams che lo ingaggia. Alla Williams, nel 1999, replica il numero di podi dell'anno precedente ed arriva al sesto posto finale. Nel 2000 l'arrivo del motore BMW gli permette di migliorarsi ancora con altri tre podi ed il  quinto posto nella classifica finale. Il 2001 è l'anno migliore della sua carriera. Ralf infatti vince il suo primo G.P., a Imola, poi si ripete ancora in Canada ed in Germania. Grazie ad altri due podi si classifica al quarto posto nel mondiale. Il campionato successivo sarà altrettanto positivo. Ralf, vincendo in Malesia, sarà l'unico, assieme a Coulthar, a riuscire a battere la Ferrari. Alla fine, grazie ad altri cinque podi, arriva nuovamente al quarto posto nel mondiale. Nel 2003 sembra essere un serio pretendente al titolo. Conquista tre pole, arriva secondo in Canada, vince due G.P. consecutivi, al Nurburgring e a Montreal, si avvicina in classifica al fratello maggiore ma, a causa di un finale di stagione meno positivo, conclude al quinto posto. La stagione successiva sarà decisamente negativa anche a causa della progettazione della nuova monoposto. Ralf inoltre, dopo un brutto incidente a Indianapolis, è costretto a saltare sei G.P. Alla fine della stagione arriva secondo a Suzuka e conclude al nono posto nel mondiale. 

Franck Williams decide di non rinnovargli il contratto, così, nel 2005, Ralf passa alla Toyota con la quale, considerata la qualità della monoposto a disposizione, corre una stagione abbastanza positiva. Conquista una pole e due podi  e termina sesto nella classifica finale. Purtroppo il campionato 2006 non è altrettanto buono e, con un solo podio e venti punti in classifica, conclude al decimo posto. Il 2007 è decisamente l'anno peggiore della sua carriera. Ralf, infatti, riesce a conquistare soltanto cinque punti e termina sedicesimo nel mondiale. Deluso dalle prestazioni della sua macchina decide di abbandonare la Toyota. Alla fine del 2007 fa alcuni test con la neonata Force-India (ex Spyker) ma i risultati sono talmente negativi che Ralf annuncia il suo ritiro dalla F.1. Nel 2008 e nel 2009 partecipa al campionato DTM con la Mercedes.

  

 

Ralf Schumacher è apparso nelle storie di Michel Vaillant:

 

nell' episodio n° 68 della s.n.

"China moon"  (2005) "China moon"

 

Ralf, con la Toyota,  in lotta con  Michel a Shangai

 

Ralf Schumacher, a destra di Fisichella ed Alonso, si congratula 

con Michel che ha vinto il G.P. di Cina

 

 

 

 

I PILOTI "REALI" - RALF SCHUMACHER

 Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici e di terze parti. Per saperne di più vai alla pagina "PRIVACY POLICY E COOKIE"