I PILOTI "REALI"  NELLE STORIE 

DI MICHEL VAILLANT 

 

 

  JAMES HUNT

James Simon Wallis Hunt nacque il 29 agosto 1947 a Belmont in Gran Bretagna. Nei primi anni sessanta fece il suo esordio nelle corse con una Mini Mirror e, successivamente, si mise in luce in Formula Ford e Formula 3.  Sopratutto agli inizi Hunt si distinse anche per gli impressionanti incidenti di cui fu protagonista, incidenti che gli fruttarono il soprannome di "Hunt the shunt" ("il cortocircuito"). Anche il suo comportamento da "playboy anticonformista" contribuì presto a farne un personaggio. Debuttò in F.1 nel 1973 su una March messagli a disposizione da Lord Alexander Hesketh. Quell'anno disputò sette G.P. del mondiale arrivano due volte sul podio. L'anno successivo, con la prima monoposto Hesket  motorizzata Ford, colse altri tre podi. La prima vittoria in un G.P. valevole per il campionato mondiale arrivò nel 1975 a Zandvoort. L'anno dopo  però la Hesket fu costretta a chiudere i battenti e Hunt rischiò di restare a piedi. Grazie al posto lasciato libero da Emerson Fittipaldi, che tentò l'avventura con la sua Copersucar, James Hunt approdò alla Mc Laren.

Finalmente, alla guida di una monoposto competitiva, capì che quello poteva essere il suo anno. Il campionato 1976 si rivelò uno dei più combattuti e la sua lotta con Lauda fu memorabile. Lauda vinse ad Interlagos, a Kyalami (con Hunt secondo) ed arrivò secondo a Long Beach. Hunt vinse il G.P. di Spagna. Il ferrarista si impose a Spa e Monaco e l' inglese in Francia. Alla partenza del G.P. di Silverstone Hunt innescò una carambola che coinvolse le due Ferrari. Venne ripetuta la partenza e Hunt riuscì a  vincere ma, dopo un ricorso, fu squalificato e la vittoria data a Lauda.  Al Nurburgring il suo rivale fu vittima del famoso terribile incidente e Hunt, ignaro dell'accaduto, si impose. Si ripeté in  Olanda riuscendo a ridurre il distacco di punti in classifica. Lauda rientrò a Monza cogliendo un quarto posto mentre Hunt fu costretto al ritiro. 

Hunto però non si arrese, vinse a Mosport e a Watkins Glen arrivando all' ultimo G.P. della stagione con solo tre punti di svantaggio dal ferrarista. Lauda, come sappiamo, si ritirò rifiutandosi di correre sotto il diluvio e Hunt, arrivando terzo, per un solo punto colse la vittoria nel mondiale piloti. L'inglese, per non smentire la sua fama di  anticonformista, si presentò alla cerimonia che lo incoronava campione del mondo in smoking e scarpe da ginnastica. Nel 1977 riuscì ad imporsi in tre gare nel mondiale vinto da Lauda., ma ormai, tra risse con i commissari ed i colleghi, il divorzio dalla moglie, il fumo, l'alcool e le donne, il suo declino era irrimediabilmente iniziato. Nel 1978 alla guida della Wolf collezionò solo otto punti nel mondiale e, nel 1979 si ritirò a metà campionato. Per un certo periodo fece il commentatore televisivo per la BBC ma, il 15 giugno 1993, a soli 43 anni James Hunt morì per un infarto sulle cui cause si preferì non approfondire.

 

Una bella caricatura di James Hunt 

realizzata da Marc Ostermann

per vederla ingrandita vai al sito

www.pilotesdelegende.net

 

 

James Hunt è apparso nelle storie di Michel Vaillant:

 

nell episodio n° 30 della s.n.

"Le prince blanc"  (1977) "Il principe bianco" 

 

(nota: nonostante l'anno di pubblicazione sia il 1977 L'episodio dovrebbe essere collocato temporalmente nel 1975

 

Hunt corre con la Hesket 308

 

  Partenza in prima fila accanto a Michel a Monza

 

 

ell episodio n° 28  della s.n.

"Le secret de Steve Warson"  (1975) "Il segreto di Steve Warson"

 

Hunt alla partenza del G.P. di Zolder con la Hesket 308

 

 

nell episodio n° 47  della s.n.

"Panique à Monaco"  (1986) "Panico a Monaco"

 

 (nota: la storia, pubblicata solo nel 1986, non è collocata in modo cronologicamente corretto nella serie . L'episodio dovrebbe essere collocato temporalmente nel 1975

 

a Monaco, Hunt è al centro, tra Fittipaldi e Warson, nel briefing con i colleghi

 

Hunt alla partenza del G.P. di Monaco con la Hesketh 308C

 

 

nell episodio n° 31 della s.n.

"Les jeunes loups"  (1978) "I giovani lupi" 

 

Hunt sulla Mc Laren

 

nell episodio n° 32 della s.n. 

"La revolte des rois"  (1979) "La rivolta dei re" 

 

Vittoria in Brasile 

 

Escursione fuori pista a Monza

 

nell episodio n° 32 della s.n.

"K.O. pour Steve Warson"  (1979) "K.O. per Steve Warson"

 

James Hunt si allontana dalla sua vettura dopo un uscita di pista a Brands Hatch

 

nella storia breve "fantastica" 

"Un certain Gran Prix" (1979) "Un certo Gran Premio" 

 

Hunt con i capelli corti, come tutti i piloti di questa storia breve 

"fantastica", alla partenza del G.P. di Montlhery

 

 

 

 

I PILOTI "REALI" - JAMES HUNT

 Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici e di terze parti. Per saperne di più vai alla pagina "PRIVACY POLICY E COOKIE"