I PILOTI "REALI"  NELLE STORIE 

DI MICHEL VAILLANT 

  

 

 

   ANDREA DE ADAMICH

Andrea de Adamich  è nato a Trieste il 13 ottobre del 1941. Fa il suo esordio nel mondo delle corse a vent' anni correndo in Formula 3. Nel 1966 e nel 1967 si aggiudica il Campionato Europeo Turismo guidando una Giulia GTA. Nel 1968 partecipa, con la Ferrari in Sudafrica, al suo primo G.P. di F.1 valevole per il campionato mondiale. Ritorna alla F.1 nel 1970 correndo 5 G.P. per la Mc Laren. Nel 1971 corre 7 Gran Premi con la March ma si dedica con profitto anche al Campionato Mondiale Marche. De Adamich, infatti, quell'anno porta alla vittoria l' Alfa Romeo 33-3: alla Mille chilometri di Brands Hatch (in coppia con Pescarolo) e alla Sei ore di Watkings Glen (in coppia con Peterson). Nel 1972 finalmente riesce a partecipare a tutto il campionato mondiale piloti guidando una Surtees-Ford. Con questa monoposto coglie un quarto posto al G.P. di Spagna.

L'anno successivo, dopo aver corso ancora un Gran Premio con la Surtees, passa alla Brabham, squadra con la quale partecipa a cinque prove del mondiale: sarebbero stati gli ultimi Gran Premi della sua carriera. Il 14 luglio 1973, a Silverstone, poco dopo la partenza, a causa dell'uscita di pista di Jody Scheckter, si innesca una impressionante carambola. De Adamich nel tentativo di infilarsi in un varco centra la BRM di Beltoise che gli si era parata davanti perché tamponata a sua volta. Un brutto incidente: De Adamich viene estratto dalle lamiere della sua monoposto, dopo 52 minuti, con numerose ferite alle gambe. E' la fine della sua carriera in F1. Nel 1974, dopo una lunga convalescenza, rientra e  corre con l'Alfa Romeo il mondiale sportprototipi. Quello sarà il suo ultimo anno come pilota. Si ritira dalle competizioni ma, nel 1978, torna ad occuparsi del mondo della Formula 1 come giornalista specializzato. Andrea de Adamich, infatti, diviene uno dei più noti commentatori televisivi di automobilismo sportivo lavorando per le reti Mediaset. Dal 1990 è direttore del Centro Internazionale Guida Sicura a Varano de' Melegari], dove risiede, a pochi passi dall'Autodromo Riccardo Paletti;

 

  

Andrea de Adamich è apparso nelle storie di Michel Vaillant:

 

nella storia breve

"Bataille pour 1/10"  (1970)

senza titolo (la prima volta   sul Corrierino)  - "Battaglia per 1/10"

 

...prima della partenza con casco nero ed occhiali 

 

 

nell episodio n° 23della s.n.

"Serie noire"  (1973)

"Serie nera" 

   

Andrea sull'Alfa n° 22 assieme a Pescarolo sulla n° 33 

 

 

nell episodio n° 25 della s.n. 

"Des filles et des moteur" (1974)

senza titolo (la prima volta a puntate sul Corrierino) - "Donne e motori"

 

al ricevimento prima delle nozze tra Françoise e Michel 

(proprio dietro a Françoise accanto a Regazzoni)

 

 ...a Villars Sur Ollon, nelle gare sulla neve tra piloti 

 

 

nell episodio n° 26 della s.n. 

"Champion du monde" (1974)

senza titolo (la prima volta a puntate sul Corrierino) - "Campione del mondo"

 

a Le Mans alla guida di una delle due Alfa Romeo

 

 

 

 

I PILOTI "REALI" - ANDREA DE ADAMICH

 Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici e di terze parti. Per saperne di più vai alla pagina "PRIVACY POLICY E COOKIE"